Al momento stai visualizzando Luigi e Letizia portano la Danza Sportiva Paraolimpica oltre i  confini nazionali

Luigi e Letizia portano la Danza Sportiva Paraolimpica oltre i confini nazionali

  • Categoria dell'articolo:News
  • Commenti dell'articolo:0 commenti

La danza sportiva è un’arte che va oltre i limiti fisici e mentali, offrendo una piattaforma inclusiva e accessibile a tutti. Ma è nella danza sportiva paralimpica che questa filosofia trova la sua massima espressione. Nel contesto del Centro Diurno Polifunzionale “Progetto Insieme”, gestito dalla Cooperativa Sociale Osiride di Cellole, due giovani atleti, Luigi e Letizia, hanno abbracciato questa forma di espressione sportiva con passione e determinazione.

La loro avventura nella danza sportiva in carrozzina ha avuto inizio solo un anno fa, quando il Centro Diurno ha introdotto il percorso sportivo di danza paralimpica, con la guida del maestro accreditato FIDS Rocco Evangelista della scuola di danza  Shall We Dance di San Giorgio a Liri in Cassino. E proprio a fine gennaio di quest’anno, Luigi e Letizia hanno dato il meglio di sé ai Campionati Italiani di danza ASSOLUTI, organizzati dalla Federazione Italiana Danza Sportiva (FIDS) a Riccione presso il Palazzetto dello Sport Play Hall.

Partecipare a una competizione di tale importanza non è solo una sfida sportiva, ma anche un’opportunità di crescita personale e di confronto con altri atleti provenienti da tutto il paese. Per i ragazzi del Centro Diurno, è stato un momento significativo vivere due giorni lontani da casa, in un contesto completamente diverso, arricchendo le loro esperienze e ampliando i loro orizzonti.

E i risultati non sono mancati. Luigi e Letizia hanno partecipato a tre competizioni, conquistando il titolo di Campioni Italiani Assoluti 2024 nella categoria over 13 classe I WDS disciplina Freestyle, aggiudicandosi il primo posto. Questo straordinario successo non solo li ha resi fieri, ma ha anche aperto loro nuove opportunità, come l’invito alla cerimonia di premiazione dei Campioni presso il Salone d’Onore del CONI a Roma e la possibilità per Luigi di partecipare alla competizione internazionale prevista per fine marzo 2024 ad Amsterdam presso lo Sportshal De Meerkamp Van Der Hooplaan Amstelveen.

La danza sportiva paralimpica richiede dedizione e impegno, e i ragazzi si allenano con costanza presso il Centro Diurno, intensificando il percorso in vista delle gare con lezioni supplementari presso la scuola di danza Shall WE Dance. Ma ogni sforzo è ricompensato dalle emozioni e dalla soddisfazione di superare le sfide e raggiungere obiettivi che una volta potevano sembrare impossibili.

In definitiva, la storia di Luigi e Letizia è un esempio tangibile di come lo sport possa essere un mezzo straordinario per superare le difficoltà, scoprire nuove passioni e costruire fiducia in sé stessi. E nel contesto del Centro Diurno Progetto Insieme, la danza sportiva paralimpica è diventata un’opportunità di crescita e inclusione per tutti coloro che desiderano esplorare le proprie potenzialità e abbracciare nuove sfide.

Lascia un commento